Mediacontact:
t
+39 0971 506649
e media.contact@sviluppobasilicata
f +39 0971 506664




Sviluppo Basilicata: un Network di Centri di Ricerca, Università, Parchi Scientifici, Istituzioni e Organizzazioni per lo sviluppo competitivo della Val d'Agri

Centri di ricerca, Università, Parchi scientifici, Istituzioni e organizzazioni, associazioni e fondazioni presenti in Basilicata, si incontrano periodicamente per condividere modelli di sviluppo e conoscenze, per capitalizzare idee e buone pratiche, sviluppare una “economia della conoscenza”, favorire l’imprenditorialità.

Si è svolto venerdì 19 marzo 2010 presso l’Incubatore d’Impresa Val D’Agri il 3° Regional Network Meeting organizzato da Sviluppo Basilicata – società finanziaria in house della Regione Basilicata per il sostegno del sistema regionale allo sviluppo competitivo, nonché gestore dell’Incubatore - nell’ambito del progetto FIDIBE, il progetto europeo che mette in rete la Basilicata con le altre regioni dell’area Sud Est Europa per lo sviluppo di parchi scientifici e tecnologici.

Il tavolo di progetto ha messo insieme gli stakeholder della ricerca e dei processi economici e di sviluppo della Basilicata che insieme agli imprenditori possono far maturare l’ecosistema dell’area e sfruttarne le potenzialità. Sono intervenuti infatti: Basilicata Innovazione, C.R. ENEA Trisaia, Confindustria Basilicata, Fondazione Mattei, IMAA-CNR Basilicata, Metapontum Agrobios Srl, Regione Basilicata Dip. AAPP, SEL Società Energetica Lucana SpA.

Territorio target prescelto per lo sviluppo del progetto: la Val d’Agri.

Protagoniste dell’ultimo incontro le pratiche virtuose e le iniziative da diffondere: Innovation Factory l’Incubatore di primo miglio e l’Avviso di Sviluppo Basilicata per l’insediamento di imprese innovative nell’Incubatore della Val d’Agri, per dare un segnale al tessuto economico e ai giovani che decidono di imboccare la strada della creazione o sviluppo d’impresa.

L’incubatore di “primo miglio” è stato presentato da Innovation Factory, società controllata da AREA Science Park, ed analizzato come best practice, cioè come modello per aiutare imprenditori che hanno un’idea, ma non ancora una società e/o studenti che vogliono lanciarsi nel mondo del lavoro con iniziative imprenditoriali, a raffinare la propria idea, fare ricerche di mercato, migliorare la tecnologia e, alla fine, redigere un business plan. Una volta verificata la fattibilità dell’idea, nasce la società di cui Innovation Factory avrà una quota, in proporzione all’impegno profuso nella fase di “primo miglio”, lasciando sempre ed in ogni caso la maggioranza all’imprenditore.

Intanto, nella convinzione che bisogna iniziare a far emergere e trasformare in business iniziative e opportunità, un nuovo passo avanti è stato fatto. L’apertura dell’incubatore d’impresa Val D’Agri, inaugurato alla fine dell’anno 2009, rappresenta uno strumento innovativo, il primo in Basilicata, per favorire i processi di sviluppo competitivo in particolare nel territorio della Val d’Agri.

L’incubatore è già pronto ad ospitare fisicamente le imprese. Durante l’incontro Sviluppo Basilicata ha infatti illustrato le modalità di partecipazione al 1° Avviso, già pubblicato nel febbraio scorso - in scadenza il 17 aprile prossimo - per favorire l’insediamento di imprese

innovative e suscitare il committment dei partecipanti alla diffusione e scouting di iniziative imprenditoriali. Essere ospitati fisicamente all’interno dell’Incubatore rappresenta infatti un’opportunità ed un aiuto per imprenditori, giovani e spin off, perché significa avere a disposizione, oltre a spazi logistici già infrastrutturati, servizi e contatti ai quali a titolo privato non si avrebbe accesso.

Durante l’incontro inoltre Sviluppo Basilicata, sulla scia dell’analisi sul nuovo posizionamento necessario all’espletamento delle innovative funzioni dell’Incubatore Val d’Agri, ha inteso suscitare una riflessione utile nell’ambito dell’individuazione dei bisogni dell’area in prospettiva futura prefigurando il ruolo dell’incubatore come una sorta di hub di conoscenza, generatore di pratiche e applicazioni concrete.

Si tratta, nella buona sostanza, di utilizzare l’Incubatore per assecondare le vocazioni del territorio della Val D’Agri:

  • la vocazione del saper fare (il lavoro manuale  tradizionalmente inteso, in grande riscoperta e crescita) e del sapere professionale (il lavoro legato alla conoscenza) in cui la formazione professionale, nella sua accezione più ampia, costituisce un terreno di confronto e di visione globale, soprattutto in un’area che gode sostanzialmente di asset finanziari derivanti indirettamente dalle royalty e di un ambiente non (ancora) troppo modificato dalla mano dell’uomo;
  • la vocazione ambientale e quindi la necessità di assecondare le diverse esigenze di modernizzazione dell’area, contando su un patrimonio di esperienze professionali esistenti e su piccoli nuclei urbanizzati che possono godere per primi dell’aumento di competenze sui vari campi: dalla filiera dell’edilizia a quella dell’agricoltura sostenibile ad altre nicchie suscettibili di interesse;
  • la vocazione verso il Patrimonio abitativo: il rinnovamento, a fini energetici e della messa in sicurezza, del patrimonio abitativo locale e non solo, presuppone una formazione contemporanea e l’upgrade di tutta la filiera professionale. La focalizzazione delle tematiche energetiche e delle sue applicazioni costituisce un approccio pragmatico che va incontro alle  esigenze dei contenitori e a quelle di chi detiene oggi le competenze in campo energetico-edilizio. L’Incubatore può essere il perno di tutti gli attori della filiera e dei fornitori di competenza, soprattutto applicata;
  • la vocazione verso l’Agricoltura di nuova generazione e quindi, in un periodo di crisi postindustriale, la necessità di adottare nuove metodologie adeguate e sostenibili. L’agricoltura di nuova generazione infatti necessita di una strumentazione cognitiva e materiale dedicata e in continua evoluzione. Il compito di individuare pratiche semplici, efficaci e pervasive e di diffusione delle stesse ben si configura tra le vocazioni del nuovo incubatore;
  • la vocazione verso i green job. Si tratta di trasportare una parte delle professionalità già esistenti verso un’area legata alla sostenibilità, verso la creazione di figure professionali e micro-imprese in grado di trovare con rapidità un ruolo sui mercati in comparti professionali trasversali, che si configurano come veri e propri acceleratori di competenze anche nell’ambito dei mestieri più umili.

Per Raffaele Ricciuti Amministratore Unico di Sviluppo Basilicata “la particolare situazione demografica dell’area coinvolta (target in questione, giovani e anziani) necessita un’attenzione e un approfondimento particolari, per mantenere viva l’area e per accompagnarla a criteri di vivibilità di lungo periodo. Anche in questo caso le politiche di integrazione delle figure professionali necessarie e quelle per la creazione di ipotesi di lavoro adeguate ai luoghi, in grado di trattenere e attirare generazioni più giovani, portano a ipotizzare il posizionamento dell’incubatore della Val d’Agri quale “hub di conoscenza” in coerenza con la Strategia Regionale per la Ricerca e l’innovazione per il Periodo di Programmazione 2007-2013 che mira a migliorare le condizioni di contesto.

----------------------------------------------------

Il progetto FIDIBE “Development of Innovative Business Parks to Foster Innovation and Entrepreneurship in the SEE Area” è stato selezionate nell’ambito del programma europeo SEE- Sud Est Europe 2007-2013 finanziato dall’Unione Europea. Si tratta di un programma di cooperazione transnazionale finalizzato a migliorare il processo di integrazione territoriale, economica e sociale dei Paesi coinvolti contribuendo alla competitività dell’area attraverso lo sviluppo di partnership transnazionali ed azioni congiunte su questioni strategiche. In Basilicata, nell’ambito del progetto, è stato realizzato lo Studio sul potenziale innovativo della Basilicata ed una swot analisi dello stato di innovazione. E’ prevista inoltre la redazione del Manuale operativo dell’IBP (Innovative Business Park) che potrà essere utilizzato sia come guida per la creazione di nuovi parchi che per l’ampliamento di parchi già esistenti.

I partner europei del progetto FIDIBE sono:
Mid-Pannon Regional Development Company (UNGHERIA) Lead Partner, Sviluppo Basilicata Spa (Italia), Parco Scientifico Tecnologico di Venezia Scarl (Italia), Centre for Research and Technology Hellas (Grecia), Alexander Dubcek University of Trencin (Slovacchia), Harghita County Council (Romania), West-Pannon Regional Development Company (UNGHERIA), Technology Park Ljubljana Ltd. (Slovenia), Vega –, Business Innovation Centre of Croatia BICRO Ltd (Croazia).

Per informazioni
Vittorio Simoncelli
0971 506637 – 338 7666788


 
News&Events

IN EVIDENZA

Si informa che dal 1 dicembre 2014 è stata riattivata l’operatività del Fondo di Garanzia PO FESR relativamente agli interventi finanziari connessi alla realizzazione di investimenti in precedenza sospeso per procedere all’adeguamento alle nuove norme comunitarie. Pertanto il fondo di garanzia PO FESR 2007 - 2013 è pienamente operativo sia per la sezione investimenti che per quella circolante.
leggi tutto

Bando Nuovi Fermenti - estrazione per l’effettuazione dei controlli
Vedi graduatoria

Venture Capital - graduatoria dei candidati idonei
Vedi graduatoria

Venture Capital - integrazione elenco ammessi al colloquio
Vedi ammessi

Graduatoria Nuovi Fermenti
Vedi ammessi

Elenco ammessi a colloquio per la selezione di esperti per la partecipazione al comitato tecnico del fondo regionale di Venture Capital
Vedi ammessi

Bando “Nuovi Fermenti” - Graduatoria
Leggi tutto

Incubatore di Viggiano, Alta Val d'Agri
Leggi tutto

Bando “Nuovi Fermenti” - Conclusa la fase dei colloqui
Leggi tutto

“SOSPENSIONE TEMPORANEA DELL’OPERATIVITÀ DEL FONDO DI GARANZIA – SEZIONE INVESTIMENTI”
Leggi tutto

Fondo Regionale di Venture Capital: Avviso Pubblico per la manifestazione di interessi a coinvestire con il Fondo
Leggi tutto

Fondo Regionale di Venture Capital: Avviso Pubblico per la selezione di esperti per la partecipazione al Comitato Tecnico del Fondo
Leggi tutto

II Avviso pubblico per l’erogazione di Microcrediti – Riapertura termini
Leggi tutto

Eliminato il limite di età previsto per la presentazione delle domande di co-working a valere sul Sistema IncHUBatori di Sviluppo Baslicata e ciò tenuto conto del momento di crisi e della disponibilità degli spazi destinati al co-working.
Leggi tutto

Pubblicato il bando Nuovi fermenti
Dal 29/01/2014 è possibile presentare le domande di partecipazione al bando.
Leggi tutto

Riapertura termini presentazione domande Autoimpiego
Leggi tutto

PO FESR AVVISO PUBBLICO AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO PER PMI CON SEDE IN POTENZA
Leggi tutto
PO FESR AVVISO PUBBLICO AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO PER PMI CON SEDE IN POTENZA
Leggi tutto

PO FESR FONDO DI GARANZIA REGIONALE A FAVORE DELLE PMI NUOVO REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE
Leggi tutto

PO FESR AVVISO PUBBLICO AIUTI AGLI INVESTIMENTI IN RICERCA E SVILUPPO DELLE PMI
Leggi tutto

PO VAL D'AGRI AVVISO PUBBLICO DELOCALIZZAZIONE AMMODERNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE PMI
Leggi tutto

PSS AVVISO PUBBLICO DELOCALIZZAZIONE AMMODERNAMENTO E RIQUALIFICAIONE PMI
Leggi tutto

PO VAL D'AGRI AVVISO PUBBLICO CREAZIONE DI ATTIVITA' IMPRENDITORIALI
Leggi tutto

PSS AVVISO PUBBLICO CREAZIONE DI ATTIVITA' IMPRENDITORIALI
Leggi tutto

II AVVISO MICROCREDITO
Leggi tutto

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PER ACCEDERE AL SISTEMA INCUBATORI (RIONI SASSI-VAL D'AGRI-METAPONTO)
Leggi tutto

FONDO REGIONALE DI VENTURE CAPITAL
Leggi tutto

FONDO DI GARANZIA PER IL CAPITALE CIRCOLANTE DELLE IMPRESE
Leggi tutto