Al via il progetto SEPA per la gestione ambientale delle aree produttive in Basilicata Print
This page is available in Italian only.

Al via il progetto SEPA per la gestione ambientale delle aree produttive in Basilicata

Potenza, 20 luglio 2009

 

Sì è svolto a Baia Mare in Romania dal 9 al 10 luglio il primo Kick Off meeting del progetto SEPA – Sustainable equipped productive area, finanziato dal Fondo FESR nell’ambito del programma europeo SEE- Sud Est Europe

Il progetto SEPA ha per oggetto l’individuazione di un modello da utilizzare per la realizzazione  di una area attrezzata produttiva sostenibile.

Il principale obiettivo di SEPA è di promuovere il concetto di area produttiva sostenibile definita come “una comunità di imprese manifatturiere e di servizi che, all’interno di un’area funzionale e grazie alla cooperazione comune, si propongono di implementare le performance ambientali, economiche e sociali, attraverso l’acquisizione di specifici strumenti organizzativi, di management e di infrastrutture idonee”.  L’area “SEPA” nasce in accordo col principio di sostenibilità ambientale e dovrà possedere i seguenti requisiti: servizi e infrastrutture comuni per la protezione dell’ambiente, un “area manager”, standard di qualità ambientali  più elevati e in conformità agli standard EMS (EN ISO 14001) e EMAS

All’evento è intervenuta la partnership di progetto costituita per l’Italia da Sviluppo Italia Basilicata SpA e Informest – Centro di Servizi e Documentazione per la Cooperazione Economica Internazionale; per la Romania da Municipality di Baia Mare; per la Grecia da EC Business and Innovation Centre di Attika; per l’Ungheria da Central Transdanubian Non profit Company; per la Slovenia da Business Inkubator Sezana; per la Bulgaria da Varna Economic Development Agency; per la Serbia da Innovative Centre for Development of the Municipality of Temerin

La partecipazione di Sviluppo Italia Basilicata in qualità di partner del progetto, attraverso le azioni congiunte previste, concentrerà progettualità e risorse finalizzata all’elaborazione di linee guida strategiche per la redazione e gestione delle aree SEPA in Basilicata e nei territori del progetto e la realizzazione di una piattaforma e-learning ad hoc condivisa fra i partner. Partendo dalla best practice del 'Macrolotto di Prato, un distretto tessile in cui sono state attuate diverse iniziative per migliorare l'impatto ambientale e sociale della zona creando un Consorzio di gestione del sito, Sviluppo Italia Basilicata, in Basilicata, orienterà la sua azione, in collaborazione con il Dipartimento regionale per le Attività Produttive nella localizzazione dell’area industriale compatibile con la definizione di progetto di area produttiva sostenibile dove possano essere implementate aree ecologicamente attrezzate in coerenza con la programmazione regionale POR Basilicata 2007-2013 Asse III competitività produttiva.

 

La gestione ambientale delle aree produttive è un tema ricorrente su cui molte realtà distrettuali al livello europeo si stanno impegnando in una prospettiva di gestione globale della qualità ambientale dei distretti produttivi e dello sviluppo socialmente ed economicamente sostenibile. E’ fondamentale operare onde spostare la concorrenza tra i territori, dai tradizionali fattori di attrattività con impatti sociali negativi (inquinamento, costi elevati di bonifica, ambiente di lavoro stressante socialmente) a siti appunto ambientalmente sostenibile che agiscano strategicamente attraverso le relazioni con tutti gli stakeholders e i soggetti responsabili degli aspetti ambientali (imprese, proprietari di reti e infrastrutture, società di servizi, enti e organismi pubblici).