MODIFICHE - Programma Operativo Val D'Agri Melandro Sauro Camastra - Avviso Pubblico Concessione di agevolazioni per la creazione di attività imprenditoriali Print
This page is available in Italian only.


ATTENZIONE: La Giunta Regionale con la DGR n.768 del 27.06.2013 ha disposto la modifica di alcuni riferimenti ad articoli interni dell’Avviso Pubblico “Creazione di attività imprenditoriali” approvato con le D.G.R. n.381 del 04 aprile 2013 - D.G.R. n. 504 del 14 maggio 2013, e segnatamente i contenuti dei seguenti articoli:

- l’art. 5 “Requisiti dell’iniziativa” al comma 4 l’ammissibilità del programma d’investimento è subordinata alla dimostrazione della disponibilità di risorse pari al 20% dell’investimento candidato. Tale dimostrazione può avvenire o con la presentazione di una dichiarazione attestante la sussistenza di mezzi propri o con la concessione di un finanziamento da parte di una banca o di un intermediario finanziario. E’ possibile l’utilizzo anche congiunto delle due fonti.
e di sostituirlo con il seguente punto:
comma 4 - L’ammissibilità del programma di investimento è subordinata alla dimostrazione della disponibilità di risorse pari al 20% dell’investimento candidato. Tale dimostrazione può avvenire o con la presentazione di una dichiarazione, rilasciata da una Banca o da un intermediario finanziario, attestante la sussistenza di mezzi propri o con la concessione di un finanziamento da parte di una Banca o di un intermediario finanziario. E’ possibile l’utilizzo anche congiunto delle due fonti.
 
- l’art. 6 “Spese ammissibili” al comma 2 lettera e acquisto di beni immobili e/o lotto di terreno se intervenuto, nei ventiquattro mesi precedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, tra imprese ricadenti nelle condizioni di cui all'articolo 2359 del codice civile o nelle quali medesimi soggetti terzi abbiano detenuto, anche indirettamente, una partecipazione pari almeno al venticinque per cento del capitale sociale;
e di sostituirlo con il seguente punto:
comma 2 lettera e - acquisto di beni immobili e/o lotto di terreno se intervenuto tra imprese che, a decorrere dai 24 mesi precedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, si siano trovate nelle condizioni di cui all’art. 2359 del codice civile o nelle quali medesimi soggetti terzi abbiano detenuto, anche indirettamente, una partecipazione pari almeno al venticinque per cento del capitale sociale;
 
- l’art. 7 “Agevolazioni ed intensità degli aiuti” al comma 9 L’agevolazione massima concedibile a ciascun programma di investimento non potrà in alcun caso eccedere l’importo di 200.000,00 euro.
e di sostituirlo con il seguente punto:
comma 9 - L’agevolazione massima concedibile a ciascun piano di investimento non potrà in alcun caso eccedere l’importo di 200.000,00 euro. Tale soglia per le imprese del settore del trasporto su strada è invece fissata a 100.000,00 euro.
 
- l’art. 9 “Documentazione richiesta” alla lettera f.2) Dichiarazione del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente le agevolazioni con la quale si attesti che:
-  l’acquisto non rientri nei casi contemplati dall’art. 6, comma 3, lettere e) e f);
-  l'immobile non sia stato oggetto, nel corso dei dieci anni precedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata di un finanziamento regionale, nazionale o comunitario, fatti salvi gli eventuali contributi indennitari concessi ai sensi della L. n. 219 del 14.05.1981.
e di sostituirlo con il seguente punto:
lettera  f.2 ) - Dichiarazione del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente le agevolazioni con la quale si attesti che:
- l’acquisto non rientri nei casi contemplati dall’art. 6, comma 2, lettere e) e f);
-  l'immobile non sia stato oggetto, nel corso dei dieci anni precedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata di un finanziamento regionale, nazionale o comunitario, fatti salvi gli eventuali contributi indennitari concessi per la ricostruzione post terremoto.
 
- l’art. 9 “Documentazione richiesta” alla lettera g.2) dichiarazione del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente le agevolazioni, con la quale si attesti che l’acquisto non rientra nei casi contemplati dall’art. 6, comma 3, lettere e) e f).
e di sostituirlo con il seguente punto:
lettera g.2) - dichiarazione del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente le agevolazioni, con la quale si attesti che l’acquisto non rientra nei casi contemplati dall’art. 6, comma 2, lettere e) e f).

- l’art. 12 “Concessione delle agevolazioni” al comma 1 lettera c nel caso in cui l’impresa preveda di percepire un contributo in c/interessi, il contratto di finanziamento, stipulato con una Banca/Intermediario Finanziario in data successiva alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, con indicazione dello specifico riferimento al piano di investimento oggetto della domanda di agevolazione, dei termini e delle condizioni (durata, importo, tasso, numero e periodicità delle rate), di cui all’art. 7 comma 3. Tale contratto dovrà pervenire entro il termine di 40 giorni dalla ricezione della richiesta di Sviluppo Basilicata S.p.A..
e di sostituirlo con il seguente punto:
comma 1 lettera c nel caso in cui l’impresa preveda di percepire un contributo in c/interessi, il contratto di finanziamento, stipulato con una Banca/Intermediario Finanziario in data successiva alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, con indicazione dello specifico riferimento al piano di investimento oggetto della domanda di agevolazione, dei termini e delle condizioni (durata, importo, tasso, numero e periodicità delle rate), di cui all’art. 7 comma 4. Tale contratto dovrà pervenire entro il termine di 40 giorni dalla ricezione della richiesta di Sviluppo Basilicata S.p.A..

- l’art. 15 “Decadenza del contributo” al comma j) qualora i beni acquistati siano alienati, ceduti o distolti dall’uso prima che siano decorsi i 5 anni dal completamento delle operazioni (art. 2 lettera o), tranne i casi previsti dal precedente art. 14 lett. l);
e di sostituirlo con il seguente punto:
comma j) - qualora i beni acquistati siano alienati, ceduti o distolti dall’uso prima che siano decorsi i 5 anni dal completamento delle operazioni (art. 2 lettera o), tranne i casi previsti dal precedente art. 14 lett. j);
 
- l’art. 17 “Informazioni sul procedimento” al comma 2. I contributi di cui ai precedenti punti 1 e 2 dell’art. 13 saranno erogati da Sviluppo Basilicata S.p.A. entro 60 giorni dalla ricezione della documentazione di cui ai punti 3 e 4 dello stesso articolo;
e di sostituirlo con il seguente punto:
comma 2 - I contributi di cui ai precedenti punti 1 e 2 dell’art. 13 saranno erogati da Sviluppo Basilicata S.p.A. entro 60 giorni dalla ricezione della documentazione di cui ai punti 3 e 5 dello stesso articolo.
 
2.   di prevedere tra i codici ammissibili anche i seguenti:
 
CLASSE DESCRIZIONE ATTIVITÀ
38.11.0** Raccolta di rifiuti solidi non pericolosi
38.12.0** Raccolta di rifiuti pericolosi solidi e non solidi
38.21.0** Trattamento e smaltimento di rifiuti non pericolosi; produzione di compost
38.22.0** Trattamento e smaltimento di rifiuti pericolosi;
** limitatamente a quelli di origine industriale e commerciale
   
e, quindi, di inserirli nell’Allegato “A” — “Settori Ammissibili”;
 
3.   di riapprovare, in sostituzione del predetto Allegato “A”, il testo modificato costituente l’Allegato “A.1”, al presente provvedimento di cui forma parte integrante e sostanziale;
 
4.   di confermare la validità di quanto non espressamente modificato con il presente atto;