Approfondimenti PSS Delocalizzazione, ammodernamento e riqualificazione delle PMI esistenti Stampa

                                                

 

Approfondimenti:

1. di integrare la documentazione necessaria all’attuazione dell’Avviso Pubblico  “Delocalizzazione, ammodernamento e riqualificazione delle PMI esistenti” approvato con la D.G.R. n. 607 del 05/06/2013 con la modifica di alcuni riferimenti e segnatamente i contenuti dei seguenti articoli:
- l’art. 2 “Definizioni”
  e di integrarlo con i contenuti della lettera l) trasferimento: spostamento di unità locale, attiva da almeno 6 mesi precedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R. Basilicata, da un’area non rientrante nella definizione di area di intervento di cui alla precedente lettera f.1), in altra area rispondente alla predetta definizione, con conseguente chiusura dell’unità locale già esistente nei termini di cui al successivo art. 16 lett. j);
- l’art. 4 “Soggetti destinatari” al comma 1
e di integrarlo con i contenuti del seguente capoverso
:
Qualora ed esclusivamente nel caso in cui il programma d’investimento proposto sia finalizzato al trasferimento dell’unità locale, così come definito al precedente art. 2 lettera l), è necessario che le PMI proponenti siano regolarmente costituite ed iscritte al Registro delle Imprese tenuto presso la Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato competente per territorio da almeno sei mesi precedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R. Basilicata. E’ altresì necessario che i requisiti di cui alle precedenti lettere b) e c) sussistano in capo alle PMI proponenti alla data di pubblicazione dell’Avviso sul B.U.R. Basilicata;
- l’art. 7 “Iniziative ammissibili”
e di integrarlo con i contenuti della lettera e)
trasferimento di unità locale (nuovo stabilimento produttivo con chiusura dell’unità locale già esistente);
- l’art. 9 “Agevolazioni ed intensità degli aiuti” che al comma 9 recita “L’agevolazione massima concedibile a ciascun programma di investimento non potrà in alcun caso eccedere l’importo di 300.000,00 euro”
e di sostituirlo con il seguente comma:
L’agevolazione massima concedibile a ciascuna impresa proponente non potrà in alcun caso eccedere l’importo di 300.000,00 euro. L’agevolazione massima concedibile potrà essere elevata fino ad un importo massimo di € 500.000,00 qualora si tratti di programmi finalizzati al trasferimento di un’unità locale preesistente, così come definito al precedente art. 2 lettera l);
- l’art. 10 “Modalità di presentazione della domanda” che al comma 2 recita “Per accedere alle agevolazioni previste occorre inviare una domanda, utilizzando l’apposito modulo (Allegato B), debitamente sottoscritta dal titolare/legale rappresentante dell’impresa, alla quale dovrà essere allegata la documentazione di cui al successivo art. 11, a mezzo posta raccomandata con ricevuta di ritorno, o mediante altra modalità, con ricevuta di ritorno, idonea a garantire la piena evidenza della data e dell’ora al minuto di spedizione a Sviluppo Basilicata S.p.A. Via Centomani, 11 – 85100 Potenza”
e di sostituirlo con il seguente comma:
Per accedere alle agevolazioni previste occorre inviare una domanda, utilizzando l’apposito modulo (Allegato B o, nel caso di programma di investimento finalizzato al trasferimento di unità locale preesistente, Allegato B.1), debitamente sottoscritta dal titolare/legale rappresentante dell’impresa, alla quale dovrà essere allegata la documentazione di cui al successivo art. 11, a mezzo posta raccomandata con ricevuta di ritorno, o mediante altra modalità, con ricevuta di ritorno, idonea a garantire la piena evidenza della data e dell’ora al minuto di spedizione a Sviluppo Basilicata S.p.A. Via Centomani, 11 – 85100 Potenza;
- l’art. 11 “Documentazione richiesta” che al comma 1 recita “Alla domanda (Allegato B) va allegata la seguente documentazione”
e di sostituirlo con il seguente comma:
  Alla domanda (Allegato B o Allegato B.1) va allegata la seguente documentazione;
- l’art. 12 “Ammissibilità e valutazione delle domande” che al comma 3 lettera a.2) recita “la presenza del modulo di domanda (Allegato B) e della relativa sottoscrizione da parte del titolare/legale rappresentante dell’impresa proponente con allegata copia del documento di riconoscimento in corso di validità”;
e di sostituirlo con il seguente comma:
  la presenza del modulo di domanda (Allegato B o Allegato B.1) e della relativa sottoscrizione da parte del titolare/legale rappresentante dell’impresa proponente con allegata copia del documento di riconoscimento in corso di validità
- l’art. 16 “Obblighi del beneficiario” al comma 1
  e di integrarlo con i contenuti della lettera j) qualora il programma d’investimento sia finalizzato al trasferimento così come definito all’art. 2 lettera l) dell’Avviso, chiudere l’unità locale preesistente entro tre mesi dall’ultimazione del programma d’investimento agevolato finalizzato al trasferimento medesimo dandone tempestiva comunicazione a Sviluppo Basilicata SpA.

2. di approvare l’Allegato B.1 “Modulo di domanda” dell’A.P. “Delocalizzazione, ammodernamento e riqualificazione delle PMI esistenti” di cui alla D.G.R. n. 607 del 05/06/2013, al presente provvedimento di cui forma parte integrante e sostanziale, al fine di consentire la candidatura dei programmi di investimento finalizzati al trasferimento di un’unità locale preesistente nelle aree destinate agli insediamenti produttivi.